Villa Medicea “La Ferdinanda” di Artimino

Villa Medicea “La Ferdinanda” di Artimino

La storia della Villa Medicea “La Ferdinanda”

Nel 1596 il Granduca Ferdinando I de Medici, in cerca di un luogo dove far costruire la sua residenza di caccia, scrisse alla moglie Cristina di Lorena:

Sono stato hoggi à Artimino et credami Vostra Altezza che vi ho trovato un Primavera

Rapito da cotanta bellezza, Ferdinando decise quindi di commissionare a Bernando Buontalenti il progetto dell’attuale Villa Medicea “La Ferdinanda”, che nacque appunto come residenza di caccia e venne ultimata in 4 anni.

Come ben saprete la Villa Medicea viene anche chiamata Villa dei Cento Camini, per la peculiarità dei tantissimi camini che ricoprono il tetto. Questo singolo particolare, oltre a dare un tocco unico e artistico alla Villa, serviva a Ferdinando I, che come tutta la famiglia, soffrendo di gotta aveva bisogno di molto calore.

Inizialmente la Villa dei Cento Camini non aveva un giardino ben definito, avendo intorno a se l’immensa bandita di caccia dei Medici (il Barco Reale). Nel 1626 venne però alzato un muro lungo 32 miglia per delimitarne i confini e ancora oggi è possibile osservare una porta e alcuni resti.

Numerosi sono anche i nomi di spicco passati dalla Villa “La Ferdinanda”: Galileo Galilei venne frequentava la Villa per istruire il figlio di Ferdinando nella matematica; anche Leonardo da Vinci avrebbe frequentato la residenza dei Meidici e nel’antica cucina si può osservare il girarrosto disegnato da lui. Sono presenti anche diversi affreschi realizzati da Domenico Cresti (Il Passignano) e Bernarddino Poccetti.

Visitare la Villa Medicea di Artimino

La Villa dei Cento Camini, essendo una struttura privata, non è aperta al pubblico con una fissa regolarità.

Vengono comunque organizzate durante l’anno alcune visite guidate, pertanto invitiamo chi fosse interessato ad ammirare da vicino le meraviglie che solo “La Ferdinanda” può offrirvi, vi invitiamo a visitare il Sito Ufficiale.

On this website we use first or third-party tools that store small files (cookie) on your device. Cookies are normally used to allow the site to run properly (technical cookies), to generate navigation usage reports (statistics cookies) and to suitable advertise our services/products (profiling cookies). We can directly use technical cookies, but you have the right to choose whether or not to enable statistical and profiling cookies. Enabling these cookies, you help us to offer you a better experience.